CHI SIAMO

La storia di Colle Ameno

Nel 1941, con il contributo delle famiglie delle ragazze alloggiate nella struttura, venne inaugurata la statua della Madonna “Stella Maris” situata nel giardino a forma di stella di fronte la facciata principale.

Negli anni della guerra Colle Ameno fu rifugio per tanti anconetani.

Per un breve periodo fu anche occupata da alcuni ufficiali medici tedeschi che vollero sistemare lì il loro ospedale e la sala operatoria.

Il 17 luglio 1944 Colle Ameno venne colpita dai bombardamenti e venne resa inagibile.

Nella stessa giornata venne proclamata la liberazione.

Nel mese di ottobre dello stesso anno riaprirono le scuole, dall’Asilo alle Magistrali anche le educande rientrarono: erano circa 90.

Nel mese di luglio del 1970 su indicazione della Casa Madre delle Canossiane a causa di un ridimensionamento delle attività scolastiche si procede alla chiusura della Scuola Media e dell’Istituto Magistrale.

A seguito dell’abbandono delle attività delle Suore Canossiane, Colle Ameno venne acquistata dall’Arcidiocesi Ancona – Osimo che vi fondò un Centro Pastorale.

In virtù dell’assegnazione all’Arcidiocesi di Ancona – Osimo dell’organizzazione del XXV Congresso Eucaristico Nazionale, diviene sede del Comitato Organizzatore.

In questo periodo tutto il complesso viene ristrutturato, restaurato e consolidato, mantenendo la caratteristica di Centro Pastorale – Casa per Ferie.
La villa di Colle Ameno risale alla fine del ‘500 successivamente fu la prima residenza della Famiglia Camerata, infatti, Filippo Camerata la riedificò alla fine del ‘700.

I Camerata furono legati agli ambienti napoleonici, tanto che Napoleone stesso soggiornò nella Villa.

Nel 1849, la villa fu sede dello Stato Maggiore Austriaco durante l’assedio di Ancona.

La storia di Colle Ameno legata alla Famiglia Camerata ebbe termine nel 1908 quando Luigi Rocchi Camerata Passionei, rimanendo senza discendenza, donò tutto il complesso ad un ordine religioso di Ancona.

Nello stesso anno, tramite l’interessamento del Nunzio Apostolico di Bruxelles, Card. Antonio Vico, la Villa venne acquistata da suore belghe appartenenti all’ordine delle “Canonichesse Regolari di Sant’Agostino”, che istituirono un convitto per l’educazione delle fanciulle (dai 6 ai 14 anni) ed una scuola a carattere letterario ed artistico.

Pochi anni più avanti approdarono le prime suore dell’ordine delle “Figlie della Carità Canossiane” e iniziarono la loro opera di testimonianza ed educativa, istituendo un educandato.

A seguito del terremoto dell’ottobre del 1930, la Chiesa di Torrette diventa inagibile e così viene trasferita a Colle Ameno.

Dopo varie richieste fatte per ottenere la parifica dell’Istituto Magistrale, finalmente nel 1938 venne concesso e dedicata a Maria “Stella Maris”.

Nel 1940 l’Italia entra in guerra, ma nonostante le difficoltà, l’asilo riesce a trovare locali più grandi (oggi sede della Casa di Accoglienza “Dilva Baroni”) e le aule delle scuole elementari vengono risanate.
DJI 0041
DJI 0051
DJI 0055
ER16203
ER16205
ER16276
ER16289
ER16298
ER16318
ER16328
ER16334
ER16419

Bisogno di informazioni?

Contattaci +39 071 883784
Oppure invia un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scarica la nostra brochure

Tutte le informazioni con foto in alta risoluzione

Casa per Ferie Stella Maris
Centro Pastorale Diocesano
Ancona

Orari per informazioni

  • Lunedi/Venerdi 8:30-21:00
  • Sabato e Domenica 8:00-16:00

Dove

  • Via di Colle Ameno, 5
  • 60126 Ancona
  • (Torrette di Ancona)

Contattaci

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • +39 071 883784
  • +39 071 887044
P.IVA 00667130421 C.F.: 80006130423 | ©Arcidiocesi Ancona-Osimo

Privacy Policy

Questo sito usa i cookies per salvare delle informazioni sul tuo computer. Alcuni di questi cookies vengono utilizzati per analisi delle visite e altri per permettere il corretto funzionamento del sito. Puoi configurare il tuo browser per accettare solo i cookies che desideri. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.